L'Assistenza ai Disturbi del Comportamento Alimentare

DCAAnoressia e Bulimia

Il protocollo terapeutico

In collaborazione, fra Servizio Psicosociale, Centro di Salute Mentale di Iglesias e Istituto di Psicologia Generale e Clinica dell’Università di Siena, è stato messo a punto un protocollo per la diagnosi e il trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare (Anoressia e Bulimia).
Le fasi del protocollo consistono in:

Accettazione

La valutazione diagnostica tiene conto sia degli aspetti psicologi e psicopatologici, familiari ed individuali, sia degli aspetti somatici attraverso cui la patologia si esprime.
Questo primo approccio è finalizzato a valutare il livello di gravità e a verificare le possibilità della gestione dell'intervento ambulatorialmente o, quando effettuabile, in Day-hospital o se il paziente necessita di trattamento in regime di degenza ospedaliera.
I criteri presi in considerazione in questa prima fase sono soprattutto la situazione nutrizionale da un lato, il grado di conflittualità familiare scatenata dal sintomo e l'eventuale gravità della psicopatologia.

Contratto diagnostico

Anche nei casi ove si valuti possibile una gestione ambulatoriale, si propone al paziente un insieme di indagini diagnostiche sia sul versante biologico sia su quello psicologico. Se il paziente accetta viene fatto un contratto diagnostico in cui viene svolto dapprima un approfondimento organico (esami ematochimici, visita endocrinologica, visita nutrizionale-metabolica, visita cardiologica ed elettrocardiogramma, tomografia computerizzata, ecc.) e poi un approfondimento psicologico (test psicologici, osservazione in gruppo, osservazione individuale, seduta familiare diagnostica, ecc.). L'intervento diagnostico di tipo medico si rende necessario oltre che per accertare il danno biologico ed eventualmente correggerlo, anche per il successivo intervento psicologico clinico: può offrire i dati obiettivi per dimostrare al paziente il grado di deterioramento. Quando il paziente non accetta quanto gli viene proposto, si individuano situazioni diverse. Malgrado queste difficoltà, il modello si attiene ai due seguenti principi:
  • l'intervento medico deve solo accertare e correggere il danno;
  • l'intervento psicologico e psicoterapeutico (strutturato a cicli programmabili, ecc.) non deve essere incentrato sull'alimentazione.

Contratto terapeutico

È obiettivo primario da perseguire un contratto di collaborazione leale e rispettoso con il paziente. È inoltre importante stabilire un rapporto di collaborazione con la famiglia che non deve essere insensatamente accusata e giudicata.

 BulimiaDove rivolgersi:

Servizio Psicosociale
Osp.le F.lli Crobu, Loc. Canonica - Iglesias
Tel.: 0781 3922406 - 0781 3922402

Prenotazioni

Tutti gli interventi possono essere richiesti direttamente dagli utenti con impegnativa del medico curante o di altro specialista. La diagnosi di anoressia comporta l’esenzione dal ticket

Sono state individuate, presso i Servizi, le seguenti possibilità terapeutiche, singolarmente o in combinazione tra loro:

L’intervento medico

L'intervento medico, diretto solo alla correzione dei danni biologici più seri, deve procedere in modo integrato con l'intervento psicologico-psichiatrico, per evitare di agire la scissione propria dell'anoressia. È finalizzato:
  • al controllo periodico dello stato di denutrizione;
  • alla esclusiva correzione dei dati biologici alterati senza interferire nel comportamento alimentare;
  • ad un prudente sostegno dietologico, dopo il raggiunto controllo degli aspetti psicopatologici, con funzione di elemento ordinatore e di contenimento dopo la fase caotica della patologia.

L’intervento psicologico-psichiatrico

I trattamenti psicoterapeutici, spesso protratti per anni, costituiscono, tuttora, lo strumento più utile di intervento; non esistono, finora, farmaci che abbiano un'indicazione specifica per queste patologie né un'efficacia a lungo termine dimostrata sperimentalmente.
A dipendere dal quadro clinico i trattamenti erogabili possono consistere in:
  • Terapia psicofarmacologica
  • Councelling psicologico e sociale
  • Psicoterapia individuale
  • Psicoterapia familiare
  • Psicoterapia di gruppo

Chi trovi

Psichiatra, Psicologo, Assistente Sociale, Infermiere, Educatore Professionale, Amministrativo

Quanto costa

  • Impegnativa del medico di medicina generale o di altro specialista
  • La diagnosi di anoressia comporta l’esenzione dal ticket