Bibliografia condivisa

Questa pagina è riportata integralmente dal sito http://www.psicoterapia.name/

In questa pagina viene man mano inserita una bibliografia esaustiva, ma ponderata, sul costruttivismo a partire dalle proposte di tutti coloro siano interessati a collaborare.
La presenza delle singole voci è subordinata al criterio di congruità e di rilevanza culturale e/o scientifica in quanto garantita e supervisionata dal Comitato Scientifico del Portale (in fase di definizione) e/o da chiunque altro, collaboratore o visitatore, ritenga necessario o utile apportare modifiche a questa Bibliografia condivisa.
 
Due importanti bibliografie d'autore
di Renato Proietti: BIBLIOGRAFIA RAGIONATA SUL COSTRUTTIVISMO
e di Stefano Alcini: BIBLIOGRAFIA DI VITTORIO FILIPPO GUIDANO
sono reperibili nella pagina Articoli.

Bibliografia condivisa

 
Questo libro “parlato” da Vittorio Guidano è un reportage dal vivo e in diretta di un evento irripetibile, un training di formazione alla psicoterapia. L’idea mi era nata nel momento stesso che, allievo inesperto, ma colpito dalla pregnanza e complessità di quello che ascoltavo, mi ero reso conto che solo riascoltando il suo discorso più e più volte, come a sfogliarne i vari strati, riuscivo gradualmente a capire ed appropriarmi del contenuto. Sentivo pertanto la necessità di affidare ad un testo quanto svaniva nel breve tempo del suono della sua voce. In questo libro il linguaggio parlato riesce a essere più chiaro di quello dei libri “ufficiali” di Guidano dei quali non è un’alternativa ma una integrazione. La morte di Vittorio, privandoci della sua presenza concreta, che generava quei discorsi, ha giustificato questa impresa che è rivolta ai molti che lo hanno conosciuto e a coloro, più numerosi, che non hanno avuto questa possibilità. Il libro pertanto, con i diversi livelli di lettura che ho descritto nella prefazione (manuale di psicoterapia,  descrizione di un training di addestramento, esposizione del modello post-razionalista, impostazione eto-antropologica del procedere terapeutico, descrizione del “personaggio” Vittorio Guidano) è anche un resoconto giornalistico fondato sull’immediatezza: il protagonista non sta parlando per un pubblico, sta cercando di farsi capire dai suoi allievi e in questa interazione spontanea nasce un nuovo livello di conoscenza e di chiarezza, quello del modello post-razionalista.  E’ stato detto che la psicoterapia cognitiva è una “disciplina” dell’adattamento, che favorisce l’integrazione sociale: queste lezioni degli anni ’80, che descrivono il passaggio evolutivo da un modello cognitivo-comportamentale “classico” ad un modello cognitivista non razionalista, dimostrano come ci sia un’attenzione alla realtà, certo, ma a quella della persona. L’attenzione al soggetto ed ai suoi processi mentali non è un aspetto opportunistico o contingente di una tecnica psicoterapeutica, ma risiede nella primarietà della interdipendenza tra gli aspetti biologici (l’essere umano come “primate”) e quelli culturali (l’essere un primate “parlante”), tra processi esperienziali e processi riflessivi.
Giovanni Cutolo
 
Anche questo è un libro orale di Vittorio Guidano, trascrizione di un seminario tenuto in Cile nell’ultimo periodo della sua vita e che Álvaro T. Quiñones Bergeret ha brillantemente commentato, curando poi di far uscire una traduzione italiana. Qui Guidano ha di fronte “l’altro”, un pubblico numeroso ed eterogeneo cui deve dar conto della sua teoria cercando la maggiore chiarezza espositiva possibile pur nel distacco dovuto ai limiti insiti nell’interazione con gli ascoltatori. Se possiamo utilizzare le categorie guidaniane per fare un parallelo tra questo libro parlato e i libri teorici di Vittorio, potremmo dire che esso rappresenta “l’immediatezza della teoria”, ovvero il modo immediato, concreto, “popolare”, esposto come un “pensiero narrativo”, mentre i libri teorici rappresentano una costruzione teorica esposta con gli strumenti del “pensiero paradigmatico”, riflessivo. Le “organizzazioni di significato personale” sono in questo libro trattate con particolare profondità e leggerezza discorsiva, con molti esempi di casi clinici, di personaggi storici e, nel capitolo finale, con la supervisione di un caso. Oltre all’aspetto formale discorsivo che ne rende agevole la lettura, il libro ha il pregio di esporre, con il calore umano che poco traspare dagli scritti ufficiali di Guidano, gli ultimi approdi del modello post-razionalista e le intuizioni che Guidano non ha avuto il tempo di sviluppare. Nel libro c’è poi una seconda parte in cui Álvaro Quiñones integra con spiegazioni e riferimenti bibliografici accurati tutti gli aspetti teorici proposti da Guidano negli ultimi anni della sua vita: un lavoro fondamentale per chi vuole conoscere la profondità e la complessità conoscitiva che ha permesso a Vittorio Guidano di fondare un modello teorico seguito in tutto il mondo.
Giovanni Cutolo
 
Mahoney, M.J. (1988). Personal Change Processes: Notes on the Facilitation of Human Development. Basic Books, New York.
 
Maturana, H. Varela F. Autopoiesis: The organization of the living. Biosystems 5 (4) p. 187-196, 1980
Abstract: We formulate the organization of living organisms through the characterization of the class of autopoietic systems to which living things belong. This general characterization is seen at work in a computer simulated model of a minimal case satisfying the conditions for autopoietic organization.
 
Morin, E. (2007). La conoscenza della conoscenza. Raffaello Cortina, Milano.
Nagel, T. (1988). Uno sguardo da nessun luogo. Il Saggiatore, Milano.
Piaget, J. (1983). Biologia e Conoscenza. Einaudi, Torino.
Piaget, J. (1973). L'Epistemologia Genetica. Laterza, Bari.
Popper, K. (1970). Logica della Scoperta Scientifica.Einaudi, Torino.
Popper, K. (1975). Conoscenza Oggettiva: Un punto di vista evoluzionistico. Armando, Roma.
Popper, K. (1975). La Ricerca non ha Fine. Autobiografia intellettuale. Armando ,Roma.
Popper, K. (1994). Tre saggi sulla mente umana. Armando, Roma.
Rizzolatti G., Sinigaglia C. (2006). So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni a specchio. Raffaello Cortina, Milano.
 
Schrödinger Erwin. (1995). Che cos'è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico. Trad. it. della prima edizione a cura di Mario Ageno. 5ª ed. Adelphi, Milano.
Un resoconto veloce del paradosso di Schrödinger e la sua soluzione: in un mondo governato dalla seconda legge della termodinamica, tutti i sistemi chiusi si portano, più o meno rapidamente, a uno stato di massimo disordine. Al contrario, la vita si avvicina a uno stato altamente ordinato, che sembra violare la seconda legge. La soluzione a questo paradosso è che i sistemi viventi non sono sistemi chiusi. L'aumento di ordine all'interno di un organismo è più che ripagato da un aumento del disordine al di fuori di questo organismo. Con questo meccanismo, la seconda legge è rispettata, e la vita mantiene un elevato stato d'ordine grazie ad un netto incremento del disordine dell'Universo. (da Wikipedia)
 
Quiñones Bergeret, A. Et al (2008). Postracionalismo en el siglo XXI: Aportes. Revista de psicoterapia, 74/75. Barcelona, España.
Este número monográfico especial está dedicado a presentar diversos desarrollos clínicos, planteamientos teóricos, epistemológicos y de investigación en psicoterapia de orientación postracionalista que muestra las aportaciones llevadas a cabo por diferentes académicos y psicoterapeutas investigadores en psicoterapia de habla italiana e hispana. Escribieron en dicho monográfico: Bernardo Nardi, Gherardo Mannino, Giovanni Cutolo, Furio Lambruschi, José Luis Pascual Pérez, Maurizio Dodet, Daniela Merigliano, Stefano Alcini y Álvaro T. Quiñones Bergeret. La edición estuvo a cargo de Álvaro Quiñones Bergeret.
 
Quiñones Bergeret, A. Et al (2000). Terapia Postracionalista. Homenaje a Vittorio Guidano. Revista de psicoterapia, 41. Barcelona, España.
En el primer aniversario de la muerte de Vittorio Guidano  la Revista de Psicoterapia editó un primer monográfico especial, dedicado a su memoria: ¨Terapia Postracionalista. Homenaje a Vittorio Guidano¨ en el año 2000 (Revista, Nº 41).  En dicho número se incluyeron trabajos inéditos de Vittorio Guidano. También se contó con la participación de: Michael Mahoney, Patricia Crittenden, Giovanna Maxia, Giampiero Arciero, María Teresa Miró, Álvaro Quiñones. La edición estuvo a cargo de Álvaro Quiñones Bergeret.
 
Varela, F. J., Maturana, H. R., Uribe, R. (1974). Autopoiesis: The Organization of Living Systems. Biosystems 5 (4) p. 187-196.
Weiss, J. (1999). Come funziona la psicoterapia. Bollati Boringhieri, Torino.

eBooks

Guidano V., Cutolo, G. (A cura di). Una conferenza sulla psicoterapia post-razionalista. http://www.psicoterapia.name/eBook e audioBook.html
Guidano V. Vittorio Guidano en Chile. Edición: Susana Aronsohn F. 2001
 
Hanno collaborato alla Bibliografia condivisa:
Álvaro Quiñones Bergeret, Luciano Lodoli, Renato Proietti, Giovanni Cutolo, Gaetano Giordano, Laura Aprile, Paolo Clemente, Giovanni Ronzani
E altri collaboratori che verranno citati man mano saranno effettuati gli inserimenti da loro proposti.