ArticoliNews

Psicoterapia Cognitiva, Psicosi e Realtà Virtuale

Psicoterapia Cognitiva e Interventi di Riabilitazione Psichiatrica

Recovery e Realtà Virtuale

by Salvatore Blanco

In psicopatologia, il termine guarigione è di frequente riferito all’ottenimento di una condizione
stabilizzata della patologia con assenza o riduzione dei sintomi associato da un trattamento
farmacologico adeguato. Ma una siffatta guarigione non consente al paziente di uscire dal ruolo di malato
e di solito è vista come una forma di cronicità. Per Coleman (1999) è necessario riappropriarsi del
concetto di guarigione col significato originale del termine (in inglese, recovery) che si riferisce al
riprendersi nel senso di riappropriarsi pienamente della propria esperienza di sé. Riflettiamo, per
esempio, sulla fase residuale della schizofrenia: si tratta di una valutazione che rispetto alla
sintomatologia psicotica produttiva o positiva può essere vista come una forma di guarigione o uscita
dalla schizofrenia, ma da un punto di vista riabilitativo rappresenta solo l’inizio del lavoro. Rispetto alla
qualità della vita, l’aggettivo “residuale” può fuorviare in quanto fa pensare ad una malattia che persiste
in forma limitata all’interno della persona, mentre invece si tratta di una limitazione che ne condiziona
drammaticamente la qualità della vita.
Recovery è diventata, perciò, il principio del XXI secolo raccomandato nelle linee guida cliniche e
professionali nonché il focus esplicito nelle politiche internazionali sulla salute mentale (Slade, Adams &
O’Hagan, 2012). L’attenzione deve essere spostata dalla malattia in sé alla totalità della persona nonché
alla sua rete di appartenenza e ai gruppi sociali di riferimento per favorire percorsi di ripresa e di recovery;
è oggi chiaro che quando si parla di ripresa (recovery), non si tratta solamente di un esito corrispondente
al ritorno alla condizione precedente al problema, quanto di un percorso che è volto all’attivazione di
risorse che permettono al soggetto di vivere in maniera piena la sua vita (Coleman, 1999).

Leggi l’articolo completo

Tags
Show More

Related Articles

Translate »
Close