Terapia Cognitiva Post-razionalista
Un itinerario di formazione e ricerca deve svilupparsi lungo una traiettoria singolare che tocca i metodi della psicologia, psichiatria e della psicoterapia, e percorrere i sentieri delle scienze naturali fino a giungere al tema del significato e dell’interpretazione dell’esperienza personale.
Master: un approccio post-razionalista all'uso clinico del Biofeedback
https://www.terapiacognitiva.eu/tc/master-un-approccio-post-razionalista-alluso-clinico-del-biofeedback/

Master: un approccio post-razionalista all'uso clinico del Biofeedback

Posted on June 8, 2018 by

Category:

Un approccio post-razionalista al biofeedback

Si tratta di una formazione teorico-pratica incentrata sull’uso del Biofeedback (BFB) e della Realtà Virtuale (virtual Reality, VR) quali strumenti di assessment diagnostico per il terapeuta e mezzi di esplorazione e cambiamento personale per il paziente.

Per quanto concerne l’uso del BFB, verranno proposti: (a) una panoramica dei principali metodi di analisi delle risposte psicofisiologiche e (b) un approfondimento delle tecniche cognitive, nell’ambito di un approccio costruttivista post-razionalista. Il Master fornirà gli strumenti pratici per la costruzione di un profilo psicofisiologico fondamentale per la pianificazione della strategia psicoterapeutica.

Gli argomenti trattati riguarderanno:
• gli stili di personalità dal punto di vista psicofisiologico nell’ ottica del costruttivismo postrazionalista;
• le modalità Inward e Outward di costruzione del Sé;
• le modalità di controllo autonomico, la teoria dello spazio autonomico, le leggi dei vincoli autonomici e i processi emotivi;
• l’analisi di Fourier e la costruzione di un profilo psicofisiologico;
• profili psicofisiologici e strategie psicoterapiche;
• analisi di casi clinici e possibile uso del BFB;
• l’uso della moviola, il monitoraggio dei parametri emozionali e i processi di cambiamenti.

L’ambito della Medicina in cui la VR ha dato il suo maggiore contributo è quello dei disturbi psichiatrici, ed è stata applicata con successo ad una lunga serie di psicopatologie, tra cui:
• Disturbi d’Ansia (Walshe, et al., 20La 03; Andrews et al., 2003: Gorini e Riva, 2008), con particolare attenzione al mondo delle Fobie Specifiche (Renaud et al., 2002; Moore et al., 2005; Botella et al., 2005, 2006), del PTSD (Rizzo et al., 2010; Lake, 2015) e del DOC (Kwanguk et al., 2009);
• Abuso di Sostanze (Lee et al., 2004, 2007; Moon et al., 2009);
• Disturbi dell’Alimentazione (Riva et al., 1999, 2001; Alcañizet al., 2000);
• Disturbi della Sessualità (Optale et al., 2004);
• Schizofrenia e Riabilitazione Psichiatrica (Deegan, 1996; Ku et al., 2003, 2004, 2006; Astur et al., 2004; Hunter; 2004; Baker et al., 2006; Tabar, 2007; Kuipers et al., 2006; Brown, 2008; La Paglia et al., 2013).

Download programma  Risultati immagini per pdf

There are no comments yet.

Master: un approccio post-razionalista all'uso clinico del Biofeedback - Terapia Cognitiva Post-razionalista
News

Master: un approccio post-razionalista all’uso clinico del Biofeedback

Un approccio post-razionalista al biofeedback

Si tratta di una formazione teorico-pratica incentrata sull’uso del Biofeedback (BFB) e della Realtà Virtuale (virtual Reality, VR) quali strumenti di assessment diagnostico per il terapeuta e mezzi di esplorazione e cambiamento personale per il paziente.

Per quanto concerne l’uso del BFB, verranno proposti: (a) una panoramica dei principali metodi di analisi delle risposte psicofisiologiche e (b) un approfondimento delle tecniche cognitive, nell’ambito di un approccio costruttivista post-razionalista. Il Master fornirà gli strumenti pratici per la costruzione di un profilo psicofisiologico fondamentale per la pianificazione della strategia psicoterapeutica.

Gli argomenti trattati riguarderanno:
• gli stili di personalità dal punto di vista psicofisiologico nell’ ottica del costruttivismo postrazionalista;
• le modalità Inward e Outward di costruzione del Sé;
• le modalità di controllo autonomico, la teoria dello spazio autonomico, le leggi dei vincoli autonomici e i processi emotivi;
• l’analisi di Fourier e la costruzione di un profilo psicofisiologico;
• profili psicofisiologici e strategie psicoterapiche;
• analisi di casi clinici e possibile uso del BFB;
• l’uso della moviola, il monitoraggio dei parametri emozionali e i processi di cambiamenti.

L’ambito della Medicina in cui la VR ha dato il suo maggiore contributo è quello dei disturbi psichiatrici, ed è stata applicata con successo ad una lunga serie di psicopatologie, tra cui:
• Disturbi d’Ansia (Walshe, et al., 20La 03; Andrews et al., 2003: Gorini e Riva, 2008), con particolare attenzione al mondo delle Fobie Specifiche (Renaud et al., 2002; Moore et al., 2005; Botella et al., 2005, 2006), del PTSD (Rizzo et al., 2010; Lake, 2015) e del DOC (Kwanguk et al., 2009);
• Abuso di Sostanze (Lee et al., 2004, 2007; Moon et al., 2009);
• Disturbi dell’Alimentazione (Riva et al., 1999, 2001; Alcañizet al., 2000);
• Disturbi della Sessualità (Optale et al., 2004);
• Schizofrenia e Riabilitazione Psichiatrica (Deegan, 1996; Ku et al., 2003, 2004, 2006; Astur et al., 2004; Hunter; 2004; Baker et al., 2006; Tabar, 2007; Kuipers et al., 2006; Brown, 2008; La Paglia et al., 2013).

Download programma  Risultati immagini per pdf

Show More

Related Articles

Customer Reviews

5
0%
4
0%
3
0%
2
0%
1
0%
0
0%
    Showing 0 reviews

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Thanks for submitting your comment!
Back to top button
Translate »
assignment_turned_in Registrations
Password must be at least 8 characters long.
Password must be at least 8 characters long.

    
     
   
Please login to view this page.
Please login to view this page.
Please login to view this page.