Benvenuto!

CostruttivismoIl Cognitivismo Costruttivista

La realtà non va considerata come un qualcosa di oggettivo, indipendente dall'individuo che ne fa esperienza, poiché è il soggetto stesso che la crea, partecipando in maniera attiva alla sua costruzione.

Assunti: (a) L'individuo partecipa attivamente alla costruzione della propria conoscenza. (b) In ogni soggetto esiste un'organizzazione affettiva di base che determina la forma della propria esperienza; (c) l'uomo viene visto come un sistema auto-organizzantesi che protegge la propria integrità e mantiene la propria stabilità (autopoiesi).

Conseguenze: (a) Non è possibile una distinzione netta fra colui che osserva e l'oggetto osservato, poiché entrambi si definiscono come tali attraverso la loro reciproca interazione. (b) La conoscenza non può essere considerata una "rappresentazione fedele" del mondo esterno ricavata dal mondo reale, ma è una costruzione realizzata dal soggetto con materiali prodotti dalla propria interiorità. (c) I sistemi cognitivi umani non sono un mezzo per conoscere la realtà oggettiva, ma servono all'organismo per adattarsi all'ambiente. (d) Ciò che viene osservato non sono cose, proprietà o relazioni di un mondo che esiste indipendentemente dall'osservatore, bensì delle distinzioni effettuate dall'osservatore stesso, in seguito alla propria attività nell'ambiente. (e) Le sensazioni non sono la rilevazione impersonale di un dato, come quelle derivanti dalla lettura di un poligrafo, ma piuttosto un fenomeno esperenziale che coinvolgono profondamente il soggetto. (f) Le leggi di natura non vengono scoperte bensì inventate attraverso processi costruttivi.